screening del cancro colon-retto

3 Novembre 2016 0 Di Alessandro Livi

Il cancro del colon-retto, complessivamente nella popolazione, è il secondo tumore più frequente, rappresentando il 13% di tutti i tumori diagnosticati.  La neoplasia è spesso conseguente ad una evoluzione di lesioni, inizialmente benigne, che impiegano un periodo molto lungo, dai 7 ai 15 anni, screeningper trasformarsi in forme maligne. Per questo un’attenta attività di prevenzione è di estrema importanza. Il test di screening utilizzato nella Regione Lazio è il test del sangue occulto nelle feci, eseguito ogni 2 anni nelle persone tra i 50 e i 74  aa.  L’esame, estremamente semplice, non rende necessario seguire restrizioni dietetiche prima della sua esecuzione. Nonostante ciò, l’adesione ai programmi di screening risultano in generale ed in particolare nella nostra ASL, ancora  bassa. Lo screening dei carcinomi colon-rettali mira a identificare precocemente le forme tumorali invasive, ma anche a individuare e rimuovere possibili precursori. Per l’adesione allo screening del cancro colon-retto  le persone che rientrano nel range di età 50-74 anni  anni possono recarsi presso i presidi, indicati in questo elenco.

Last Updated on